·

Spiritualità

LA VERGINE MARIA, PRESENZA DOLCE E RASSICURANTE

Paolo Emanuele · 5 anni fa

Papa Benedetto XVI, nel discorso dell’8 dicembre 2009 a Roma in piazza di Spagna ha affermato che «nel cuore delle città cristiane, Maria costituisce una presenza dolce e rassicurante poiché dona a tutti pace e speranza, nei momenti lieti e tristi dell’esistenza». Lei ricorda che «dove ha abbondato il peccato ha sovrabbondato la grazia» (Rm 5,20) e invita a non avere paura perché Gesù ha vinto il male alla radice e ci libera dal suo dominio. Questa è una lieta notizia di cui tutti abbiamo bisogno infatti «ogni giorno, attraverso i giornali, la radio, la televisione, il male viene raccontato, ripetuto, aplificato, abituandoci alle cose più orribili, facendoci diventare insensibili e, in qualche maniera, intossicandoci, perché il negativo non viene pienamente smaltito e giorno per giorno si accumula. Il cuore si indurisce e i pensieri si incupiscono» (Papa Benedetto, discorso dell’8 dicembre 2009). La Chiesa vista nella prospettiva agonica del cristianesimo (cioè di tenace avversaria e forte lottatrice contro il male), custode della lieta notizia, in cammino fra le persecuzioni del mondo e le consolazioni di Dio, trae forza e coraggio dalla presenza costante della Vergine Maria nella storia, in virtù della sua immacolata concezione e della sua eminente santità che la vede coinvolta in prima persona nella lotta contro ogni forma di male. La Vergine Maria che proclama che Dio «rovescia i potenti dai troni e innalza gli umili» (Lc 1,52) ristabilisce nella Chiesa un clima di fiducia e di speranza che supera ogni pessimismo generato dal negativo spesso amplificato dai mezzi di comunicazione sociale. La Chiesa che vive in comunione con la Vergine Maria inoltre si apre gioiosamente alla volontà di Dio. Infatti risuona nella storia quanto Lei ha affermato nelle nozze di Cana: «fate quello che vi dirà» (Gv 2,5). La sua presenza rassicurante ci invita a non stare inermi e passivi, ma ad operare per il bene del prossimo, dei poveri, dei bisognosi, degli ultimi. Così Maria diventa punto di riferimento per un rinnovamento della società alla luce del Vangelo. Da Lei parte un monito a schierarsi sempre e totalmente dalla parte di Dio e quindi dei più bisognosi; un incitamento all’impegno e alla lotta per una società fondata sulla legalità e la giustizia; un richiamo al rinnovamento della vita che diventa servizio alla Verità; un invito al dialogo con tutti per portare la lieta notizia del Vangelo.

don Pino Fazio