·

Parrocchie news

Bella, conclusi i festeggiamenti patronali in onore di Maria SS Madre di Dio

Antonio Cataudo · 5 anni fa

Si sono conclusi nella tarda serata di lunedì 8 settembre nel Quartiere Bella di Lamezia Terme, i solenni festeggiamenti in onore di Maria SS. Madre di Dio, Patrona della Comunità parrocchiale, guidata da don Aldo Figliuzzi, il quale nell’introduzione al programma religioso ha voluto riportare un pensiero di San Giovanni Paolo II: <<… nessuno meglio di Maria conosce Cristo, nessuno come la Madre può introdurci a una conoscenza profonda del suo mistero>>. I festeggiamenti, sempre presso la Parrocchia “Natività della Beata Vergine Maria”, hanno preso il via il 30 agosto u.s. (inizio del novenario) con la Messa delle 19:00, presieduta da don Gianluca Taverna, al termine della quale c’è stato il rito dell’incoronazione dell’Immagine delle Beata Vergine Madre di Dio e del suo Figlio, il Signore Gesù. Tra gli appuntamenti particolari, il 31 agosto si è svolta la processione votiva dell'immagine della Madonna alle contrade di Serra e Annunziata; il 2 settembre è stata benedetta la tela, restaurata, di San Michele Arcangelo; il 5 sono stati benedetti i portantini della statua e consegnate loro le mantelline; mentre il 6 è toccato ai bambini ricevere la benedizione, dopo il loro omaggio floreale alla Madonna.La parte religiosa dei festeggiamenti si è chiusa l’8 settembre con la processione per le vie del

Quartiere della statua mariana, accompagnata dalla banda musicale diretta dal maestro Enzo Minieri. La processione, presieduta dal parroco, a metà percorso ha sostato in un luogo prestabilito poco più di trenta minuti per un momento di preghiera -accompagnato da alcuni gesti dei gruppi parrocchiali-, guidato dallo stesso don Aldo Figliuzzi, che successivamente in Piazza Roma ha impartito la benedizione ai presenti, prima del rientro della statua in chiesa, dopo una poderosa batteria di giochi pirici.

Gli ultimi tre giorni di festa, con l’accensione delle luminarie, hanno avuto anche un momento civile: la sera del 6 settembre, sagra del dolce e, a seguire, gli artisti del circo storico, scesi “in pista” per la gioia di grandi e piccini; mentre la sera della vigilia, divertimento assicurato con la commedia in vernacolo lametino “U gabbu cogghj”, a cura del “Gruppo Teatrale Vercillo” di Lamezia Terme/Sambiase, per la regia di Raffaele Paonessa. Nell’ultima serata, il momento musicale con il concerto de “I Teppisti dei sogni”, che hanno fatto sognare e cantare tutto il pubblico di mezza età, specialmente quando hanno proposto il loro brano “Piccolo fiore”.

Appendice liturgica il 12 settembre, Santissimo nome di Maria, con la S. Messa di ringraziamento (ore 19:00), che ha chiuso i festeggiamenti 2014 nel Quartiere Bella, la cui chiesa -edificata nel 1835 ed aperta al culto il 1852- fu eretta a parrocchia “Natività della Beata Vergine Maria – Madre delle Grazie” il 7 marzo 1857 dal vescovo del tempo, monsignor Barberi. Qualche anno addietro, monsignor Luigi Antonio Cantafora, Vescovo di Lamezia, poco prima della Concelebrazione Eucaristica serale dell’8 settembre, procedette alla benedizione del mosaico posto sulla facciata esterna del sacro tempio, ubicato nella piazza principale di Bella (Piazza Roma), messa a nuovo dopo i necessari lavori di riqualificazione.

Il territorio parrocchiale comprende altri due edifici sacri: la chiesa della Spina (elevata a Santuario l’8 maggio 1994 dall’allora presule monsignor Vincenzo Rimedio, attuale vescovo emerito di Lamezia), nel cui interno vi si venera un dipinto su muro della Vergine in trono con Bambino del XII-XIII sec.; e la chiesa dell’Annunziata, aperta al culto nel 1982.