·

Cultura e Società

"La visita dei vescovi calabresi alla nostra azienda \u00e8 per noi motivo di grande gioia e un segno di grande attenzione per quanti lavorano nel comparto librario e culturale in genere"

Antonio Cataudo · 5 anni fa

"La visita dei vescovi calabresi alla nostra azienda è per noi motivo di grande gioia e un segno di grande attenzione per quanti lavorano nel comparto librario e culturale in genere" Sono parole di grande soddisfazione quelle con le quali Florindo Rubbettino amministratore della Rubbettino industrie grafiche ed editoriali ha commentato l'eccezionale evento della visita della massima assise ecclesiale calabrese alla sua azienda avvenuta il 7 ottobre scorso. I vescovi riuniti a Decollatura per la Cec hanno infatti voluto fare visita agli stabilimenti della nota azienda calabrese per conoscere da vicino una realtà editoriale e tipografica tra le più grandi del meridione, tra l'altro nel giorno in cui ricorreva l'anniversario della scomparsa del fondatore Rosario Rubbettino. La visita si è tenuta in un clima di grande vicinanza umana e spirituale. I vescovi calabresi con la loro presenza hanno voluto significare ai tanti lavoratori, operai e impiegati dell'azienda di Soveria Mannelli come la Chiesa sia vicina alle famiglie e agli uomini e donne del nostro tempo specie in momenti difficili come quelli che il nostro Paese sta vivendo. Questa visita, fortemente voluta da Mons. Cantafora, presule della Chiesa lametina, si colloca certamente nel solco tracciato da Papa Francesco che spinge la Chiesa e i suoi pastori a vivere in mezzo al proprio gregge, arrivando persino ad assumerne l'odore. Particolarmente significativa a tal riguardo è stata la presenza di Mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei