·

Chiesa

Incontro diocesano clero giovane

Paolo Emanuele · 5 anni fa

Rivedendo l’esperienza di questi giorni dal 26 al 28 Gennaio all’Eremo Santa Croce di Crotone con i Sacerdoti giovani della Diocesi (fino ai 15 anni), sono stati tanti gli stimoli che Silvestro Paluzzi e Antonella Tropea hanno offerto per “ri-vedersi con creatività nella relazione pastorale”. La formazione è indispensabile e anche attraverso questi momenti cresce la fraternità. Da anni la formazione permanente del clero è una delle preoccupazioni più vive e costanti da parte della chiesa a partire dal Vaticano II e anche il nostro Vescovo Luigi ha da sempre incoraggiato. Ripercorrendo quanto Papa Francesco ci ha donato nella Evangelii Gaudium e il Documento sulla vita e la formazione permanente dei presbiteri della 67^ Assemblea Generale della CEI(Assisi, 10-13 Novembre 2014) a partire dall’umanità del prete come<> si è visto come il presbitero è chiamato a farsi carico di ciò che è nel suo cuore e delle persone che incontra, possedere la capacità di dialogare, ascoltare, collaborare e dar fiducia, capacità di valutare con equilibrio senza pregiudizi e superficialità. Non un semplice aggiornamento, nè un ritiro soltanto, ma un tempo questo che circa 30 dei sacerdoti giovani abbiamo vissuto riflettendo sulla disponibilità alla cura di sè a partire dal proprio vissuto, dalle azioni che lo plasmano, dai sentimenti, emozioni, passioni, dalla carità pastorale. Attraverso il laboratorio si è passati poi alla narrazione e alla condivisione dei momenti prima la vocazione, durante gli anni di seminario e nell’ultimo anno di sacerdozio. Concludendo. Ci si è chiesto come questo tempo necessita di sempre maggiore zelo, passione, coraggio nell’annuncio e la formazione sia vista come un atto creativo dello Spirito e non un limitarsi solo ad eseguire schemi già pronti ma andare sempre in profondità.

Don Antonio Brando