·

Vita diocesana

Festa etnica per la conclusione del progetto “Le Querce di Mamre”

Antonio Cataudo · 5 anni fa

Festa etnica per la conclusione del progetto “Le Querce di Mamre”

Una serata all’insegna della condivisione e della multiculturalità, con musica etnica, danza, sapori della cucina calabrese e di altri Paesi. Sarà questo il programma della festa in programma domenica prossima 19 aprile alle 19 alla sede del “Le Querce di Mamre” a S. Eufemia (Via Minerva, 3) a conclusione del progetto promosso dalla Caritas Diocesana di Lamezia Terme.

“Le Querce di Mamre” è un progetto della Caritas Diocesana di Lamezia Terme, avviato a maggio 2014, pensato per rafforzare le azioni del welfare locale provando a offrire delle risposte ai problemi del nostro territorio riguardanti l’esclusione sociale, l’immigrazione e la scarsità di servizi offerti alla persona. Obiettivo del progetto è mettere in rete i diversi servizi offerti dalla Caritas Diocesana – dal Centro Interculturale “Insieme” alla mensa – con tutti gli attori presenti sul territorio nel contrasto alla povertà e all’emarginazione sociale, offrendo una prima risposta alla domanda di accoglienza e avviando percorsi orientati alla responsabilizzazione e autonomia della persona.

Un servizio dormitorio con 10 posti letto per migranti e persone senza fissa dimora, attività di animazione e segretariato sociale, un centro di aggregazione e di ascolto e un incubatore di idee: questi i servizi principali offerti alle “Querce di Mamre” che, nello spirito richiamato dall’immagine biblica della Genesi, vuole essere una casa per tutti, dove ciascuno può sentirsi amato ed accolto e dove le idee dei singoli trovano il sostegno di una grande comunità.

A un anno dall’avvio del progetto, sono stati accolti nel dormitorio 197 uomini senza fissa dimora, di diversa nazionalità, in prevalenza somala, e a seguire quella italiana, nigeriana, marocchina, ganese. Sono state accolte 7 donne in emergenza di cui 3 di cittadinanza italiana e 3 di cittadinanza nigeriana.

Favorire le occasioni di incontro con l’“altro” nella riscoperta dei valori dell’accoglienza e della condivisione ha rappresentato il filo conduttore delle diverse iniziativa de “Le Querce di Mamre” che in questo anno ha organizzato, tra le altre attività, un laboratorio di cucina interculturale che ha visto alcune donne immigrate insegnare la preparazione di alcuni piatti tipici dei loro Paesi d’origine ad un gruppo di donne lametine; un grest Estiv con 30 bambini italiani e stranieri coinvolti in attività ludiche a carattere interculturale; attività di animazione per gli anziani del quartiere; un corsi di alfabetizzazione di lingua italiana, di lingua inglese e di informatica.

Con questo progetto la Caritas Diocesana di Lamezia Terme ha voluto dare il suo contributo concreto al contrasto all’emarginazione e all’esclusione sociale, esprimendo l’immagine di una Chiesa che, sulla spinta di Papa Francesco, va incontro alle donne e agli uomini nelle tante “periferie esistenziali” della nostra società e si fa “amica” e “compagna” del cammino di ogni persona, a cominciare da chi è rimasto indietro.