·

Movimenti e Associazioni

“Uno di noi”: La mobilitazione di un popolo a difesa della vita

Paolo Emanuele · 6 anni fa

Dopo quello di Berlino tutta l’’Europa si sta mobilitando ad abbattere un altro muro. Nel corso della storia, l’umanità ha raggiunto dei traguardi nel riconoscimento dei diritti come la piena umanità e l’uguale dignità dei neri, degli stranieri, dei disabili, dei malati, dei poveri. In modo concettuale, muro dopo muro, il pregiudizio e la loro discriminazione è stata abbattuta. Le ultime fragilità umane però non sono discriminate orizzontalmente nella differenza tra tribù, razze, popolazioni o caratteristiche esistenziali di vari uomini, ma verticalmente nello sviluppo di una unica persona e di tutte le persone, perché tutti dobbiamo percorrere la fase iniziale e quella terminale della vita.

Per via di ciò, tutti possiamo essere divisi tra uno che vale e uno che non vale.“Uno di noi” rappresenta allora il grido dell’Europa che attraverso la partecipazione democratica da far arrivare alle Istituzioni europee, vuole far crollare il muro nel riconoscimento che ogni essere umano fin dal concepimento è “uno di noi”

In questo consiste dunque l’iniziativa “Uno di noi” (OneOfUs), nata in Italia lo scorso anno a livello continentale da esponenti dei Movimento per la vita di una ventina di Nazioni dell’Unione Europea che nel frattempo ha raggiunto tutti i 27 Paesi comunitari: riconoscere la dignità di ogni essere umano fin dal concepimento e impedire il finanziamento da parte dell’Unione Europea di qualsiasi forma di attività che preveda la manipolazione e distruzione degli stessi embrioni umani.

La difesa dell’essere umano più fragile e indifeso ha unito a sé tutte le principali realtà del mondo cattolico che a maggio scorso si sono impegnate a favore di “Uno di Noi” costituendo il comitato italiano dell’iniziativa europea.

L’atto costitutivo era stato già firmato ad aprile dai presidenti o leader delle associazioni cattoliche: Acli, Alleanza cattolica, medici cattolici; associazione Papa Giovanni XXIII, Azione Cattolica, Cammino neocatecumenale, Comunione e liberazione, Comunità S. Egidio, Focolari, Forum associazioni familiari, Forum associazioni socio-sanitarie, McL, movimento per la vita, Reti in Opera, Scienza&Vita, Rinnovamento nello Spirito, Unione giuristi cattolici, Unitalsi. Il comitato è ancora aperto a future adesioni di quanti non erano presenti.

Ad oggi sono 291.054 le firme pervenute al Comitato organizzatore, da parte dei 27 paesi dell'EU, aderenti all'iniziativa UnodiNoi. A questa cifra, che rappresenta il numero di firme raccolte in maggioranza attraverso il web, vanno sommate quelle su carta. Nel corso della conferenza stampa di presentazione dei dati è emerso che in 4 paesi, (il minimo per la normativa sono 7), si sia già superato il numero minimo. Tra questi oltre all'Italia, anche la Polonia, l'Ungheria e la Slovacchia. Nel nostro paese attualmente sono state raccolte 24.819 firme via online ed oltre 60 mila con il metodo cartaceo.

Un passo importante è stato compiuto anche in tutte le parrocchie d’Italia. L’iniziativa va avanti da tempo e domenica 12 maggio, le parrocchie hanno portato avanti la campagna di sensibilizzazione per sostenere l’iniziativa “UnoDiNoi”. Alcuni particolari sono stati forniti nella conferenza stampa tenuta giorno 10 maggio dalle Conferenze episcopali europee che hanno incontrato per la prima volta il Papa. "Si tratta di un gesto concreto - ha spiegato il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco - perché la coscienza europea non perda se stessa sulla promozione della vita umana in tutte le sue fasi". Dal canto suo monsignor Jozef Michalik ha spiegato che la campagna di sensibilizzazione è particolarmente sentita nella terra di Giovanni Paolo II.

A suonare un colpo di tromba nella mobilitazione di tutti i credenti ci ha pensato Papa Francesco: «Mi piace ricordare anche la raccolta di firme che oggi si tiene in molte parrocchie italiane, al fine di sostenere l’iniziativa europea UnoDiNoi per garantire protezione giuridica all’embrione, tutelando ogni essere umano sin dal primo istante della sua esistenza». Con queste parole Papa Francesco, domenica 12 maggio nel corso del Regina Coeli, ha ricordato la campagna 'UnodiNoi' e la mobilitazione nazionale nelle parrocchie. Inoltre il Papa ha aggiunto: «Un momento speciale per coloro che hanno a cuore la difesa della sacralità della vita umana sarà la “Giornata dell’Evangelium vitae”, che avrà luogo qui in Vaticano, nel contesto dell’Anno della fede, il 15 e 16 giugno prossimo».

Cogliamo l’occasione per informare che proprio per la giornata dell’Evangelium Vitae, il 15 e 16 giugno, Federvita Calabria ha organizzato un pellegrinaggio con partenza dalle Provincie di Catanzaro e Cosenza. Per prenotarsi si può contattare:- Provincia di Cosenza: Ing. Saverio Ardito Cell: 3393897500 Mail: arditofs@tin.it Provincia di Catanzaro: Dott. Giuseppe Grande Cell: 3898096271 Mail: grandegius@gmail.com. Da ultimo ricordiamo che si può firmare in tutte le parrocchie italiane. Il materiale a stampa (moduli per l firme, volantini, depliant…) sono disponibili per il download nel sito www.firmaunodinoi.it

Sempre nelle pagine del sito sono disponibili anche i materiali multimediali (banner, spot audio e video per web e per tv…).