·

Cultura e Società

Salute, benessere e divertimento: nasce il progetto “Lamezia in Cammino”

Paolo Emanuele · 6 anni fa

Lamezia si mette in moto, e non soltanto in senso metaforico. Ad arricchire ulteriormente una già ricca stagione di eventi e manifestazioni di vario tipo, che come non mai hanno messo in risalto la città della Piana da un punto di vista sociale e culturale, si sottolinea la bella iniziativa del Comune di invitare la cittadinanza a mettersi pantaloncini e scarpe da tennis per una salutare, e piacevole, camminata collettiva.

Il progetto, denominato puntualmente “Lamezia in cammino” nasce appunto da un’idea del Comune di Lamezia Terme, in collaborazione con il Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Azienda Sanitaria Provinciale, l’Ordine dei Medici, Federazione Italiana Medici di Famiglia (FIMG), UISP (Unione Italiana Sport per tutti), Libertas Lamezia, Violetta Club, Gaia Arrampicata e i volontari del CAI (Club Alpino Italiano), con il preciso obiettivo di promuovere la bontà di uno stile di vita dinamico, salutare e benefico per chi non vuole arrendersi alla sedentarietà. Il calendario dell’evento, iniziato ufficialmente l’1 luglio, prevede inizialmente, prima della pausa estiva di agosto, lo svolgersi di nove singoli appuntamenti che partiranno alternativamente da Via Perugini, nei pressi dell’Ospedale, e dal Parco Peppino Impastato, presso la località Scinà; la proposta è tanto semplice quanto suggestiva: una camminata di gruppo all’aria aperta, utile non solo per la salute fisica, ma anche per il benessere mentale e psicologico dei cittadini. L’utilità del progetto è infatti molteplice e si dipana su più livelli distinti. Quello medico prima di tutto: camminare, si sa, fa bene alla salute; farlo per almeno 30 minuti al giorno, con passo veloce, aiuta addirittura a prevenire tutta una serie di patologie legate ad una insufficiente attività fisica come il diabete, malattie cardiovascolari, osteoporosi, addirittura alcune forme di tumore. Per questo motivo ad ogni partecipante verrà consegnata una cartella compilativa assolutamente dettagliata, nella quale si chiede di quantificare a fine gara la percezione della fatica accumulata durante lo sforzo, o di calcolare il proprio indice di massa corporea per stabilire il peso forma; tutti parametri che possono aiutare a tracciare un ideale identikit dell’individuo sedentario che ha bisogno di intraprendere uno stile di vita più salutare, oppure il profilo di chi incarna il cosiddetto “ritratto della salute”, grazie alla giusta combinazione di attività fisica, adeguata alimentazione e disciplina nella vita di tutti i giorni.

Il progetto “Lamezia in Cammino” va però anche oltre l’ambito squisitamente medico e si fa in qualche modo anche “sociale”: l’invito alla cittadinanza di mettersi tutti in moto per una passeggiata in compagnia è prima di tutto un modo per stare insieme come si faceva una volta, conoscere gente nuova, socializzare e mettersi in gioco nelle relazioni interpersonali e intergenerazionali, dimensioni ormai messe a rischio da una società postmoderna perlopiù filtrata dai mezzi di comunicazione, che non permettono più l’incontro faccia a faccia. La proposta di una camminata collettiva vuole essere quindi anche una valorizzazione della semplice attività fisica del “camminare” attraverso il buonumore e il benessere psicologico che deriva dal farlo “tutti insieme”.

In questo scenario si inseriscono benissimo anche i numerosi spazi verdi, parchi e infrastrutture che fanno da cornice a questa iniziativa e la rendono utile anche sotto l’aspetto urbanistico: camminare per le vie di Lamezia vuol dire infatti avere l’occasione di conoscere meglio la nostra città, poterla apprezzare sempre di più e magari approfondirne alcune peculiarità. Non a caso uno dei punti cardine di questo evento è il nuovo Parco Peppino Impastato, situato presso la località Scinà, ancora poco conosciuto, ma che grazie anche a questo evento verrà sicuramente preso come punto di riferimento per i cittadini o per future altre iniziative.

“Lamezia in Cammino” nasce quindi dalla voglia di coniugare salute fisica, divertimento e socializzazione attraverso quella che può essere una passione comune per la passeggiata all’aria aperta. Camminare fa bene, farlo in compagnia è anche meglio.