Stampa

Al via i festeggiamenti al santuario di Conflenti in vista della festa del 27 agosto

Scritto da redazione. Postato in Vita diocesana

 

Con l’inizio del novenario, entrano nel vivo i festeggiamenti al santuario diocesano di Conflenti, in vista della festa della Madonna della Quercia di Visora in programma come da tradizione l’ultima domenica del mese di agosto. Da alcuni anni si è intensificata la tradizione dei pellegrinaggi a piedi al santuario da parte delle comunità parrocchiali della diocesi lametina, segno del legame profondo del popolo di Lamezia alla Vergine di Visora e simbolo del cammino di fede della comunità cristiana verso il Signore, sotto lo sguardo materno di Maria, che nel 1578 è apparsa in località Querciuola al pastorello Lorenzo Folino. Alla fine del mese di luglio, si è svolto il pellegrinaggio a piedi dal santuario della Madonna della Buda a San Mango verso Conflenti. La seconda domenica di settembre, si svolgerà anche quest’anno “sulle orme dei padri”, il pellegrinaggio a piedi dalla Cattedrale di Lamezia a Conflenti che nella prima edizione dello scorso anno ha coinvolto oltre cinquanta persone di tutte le età e da vari comuni dell’hinterland lametino. Diverse comunità parrocchiali e gruppi da tutta la diocesi si muoveranno alla volta del santuario a piedi nei giorni della festa, alcuni partendo nel cuore della notte per raggiungere il santuario alle prime luci dell’alba del 27 agosto. Tutti i giorni della novena, dal 18 agosto, alle 17.30 la recita del Rosario e a seguire la santa Messa, con la partecipazione di diverse comunità parrocchiali della diocesi.  Domenica prossima, 20 agosto, alle 19 la santa Messa alla chiesetta della Querciuola, luogo dell’apparizione, e alle 21 la fiaccolata mariana dalla Querciuola al Santuario.  Giovedì 24 agosto alle 21 l’incoronazione della statua della Madonna, da parte della parrocchia di Santa Lucia di Miglierina.  Sabato 26 agosto, vigilia della festa, a mezzanotte inizierà la veglia mariana al santuario che si protrarrà fino alla prima messa, alle 7 del mattino. Domenica 27 agosto, giorno della festa, alle 10.30 la santa Messa pontificale presieduta dal vescovo Luigi Cantafora e alle 17.30 la processione per le vie del paese. “Maria, la piena di Grazia, è la certezza della nostra speranza. Raggiungere il suo santuario è ricevere la garanzia di essere accompagnati nella vita dalla presenza di una Madre. Per questo preghiamo da sempre: “Regina di Vi-sora resta sempre con noi”.  Anche i pellegrinaggi che aprono e chiudono il mese mariano in Basilica, sono un invito a "lasciarci guidare dal-la Vergine Maria sul sentiero che conduce alla santa montagna che è Cristo, dove si incontrano Dio e l’uomo”, come ci esorta Papa Francesco. In questo anno, il Santuario è stato oggetto di un delicato restauro. Ma, il suo valore sta nel fatto che la chiesa è “la cornice di un incontro” tra l’uomo e Dio; un incontro che avviene nel confessionale, nell’Eucarestia e nella pre-ghiera alla Madonna. L’augurio è che questo incontro vada in profondità, metta radici, duri nel tempo e dia frutto”, dichiara il rettore del santuario diocesano di Conflenti don Adamo Castagnaro.