Stampa

Francesco d'Assisi "parla" ai giovani

Scritto da Salvatore D'Elia. Postato in Parrocchie news

Tre serate per far conoscere ai giovani della nostra città la figura di San Francesco d’Assisi e, attraverso di lui, riscoprire la bellezza della vita vissuta come dono d’amore per Dio e per gli altri.

Con questa intenzione, la Parrocchia di Santa Maria degli Angeli (Santuario di Sant’Antonio) ha organizzato in occasione della Quaresima tre incontri per tutti i giovani della città, che si terranno presso l’Oasi “San Francesco d’Assisi” (a pochi passi dal Santuario) il 26 febbraio, il 7 marzo e il 18 marzo alle ore 20.30.

I Padri Cappuccini, la cui vita religiosa è ispirata al carisma del Poverello d’Assisi, vogliono proporre il suo modello ai giovani del 2012, convinti che il Vangelo può rappresentare ancora oggi ,in particolare in questa fase storica,una proposta di vita per tutti, l’unica che può soddisfare le aspirazioni più alte che ogni giovane porta nel  proprio cuore. 

Padre Amedeo Gareri, parroco e Superiore del Convento di Sant’Antonio, ha voluto sottolineare in particolare un aspetto che sarà il filo conduttore di questi tre incontri: la modernità di Francesco d’ Assisi.

Francesco è attuale” – ha ribadito il parroco parlando ai giovani della Parrocchia- in quanto ha vissuto le stesse dinamiche interiori dei giovani di oggi: i sogni, le speranze, ma soprattutto il desiderio di ritornare ad una vita sobria, semplice e umile.

Anche la modalità scelta per parlare del Santo d’Assisi si adatta allo stile comunicativo dei giovani, che predilige il confronto e la condivisione delle idee.

In ognuno dei tre incontri verrà affrontata una tematica diversa, che riflette la realtà giovanile: la ricerca della libertà e della felicità (prima serata); i sogni dei giovani (seconda serata); essere rivoluzionari “positivi” ( terza serata).

Verranno proiettate alcune scene (scelte in base al tema della serata) del celebre film di Franco Zeffirelli “Fratello sole e sorella luna” (1971) e, quindi, si aprirà la discussione nella quale ognuno potrà esprimere il proprio punto di vista sul tema dell’incontro.

Non saranno lezioni accademiche – ci tengono a precisare i giovani della Parrocchia che hanno organizzato  gli incontri –  ma vogliamo cercare insieme le risposte alle nostre domande e alle domande di tutti i nostri coetanei, in particolare vogliamo cercare di rispondere a quella domanda che San Francesco si è posto tante volte nella sua vita: Signore che cosa vuoi che io faccia”?
Sono tanti i problemi con cui i giovani di oggi devono confrontarsi, ma la lezione di Francesco è più che mai attuale: quando si ha nel cuore un sogno, si è pronti a rischiare tutto, a rimboccarsi le maniche ogni giorno, perché solo così – come suggeriva Giovanni Paolo II ai giovani – “possiamo fare della nostra vita un autentico e personale capolavoro”.

Login