·

Cultura e Società

Associazione S. Nicola di nuovo in campo, tra sapori d’altri tempi e beneficenza

Paolo Emanuele · 6 anni fa

Dopo lo straordinario successo delle scorse edizioni della festa del vino, l’Associazione Culturale “San Nicola”, presieduta da Pino Morabito, è scesa di nuovo in pista all’insegna della solidarietà, raccogliendo fondi a favore dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, per l’acquisto di una strumentazione ad hoc da donare al reparto Oncologia, diretto da Ettore Greco. E così sabato 8 novembre, dalle ore 19:00, in via Santa Sofia di Lamezia ovest, gli abitanti del quartiere “Miraglia” hanno accolto oltre un migliaio di persone, che si sono riversate lungo la salita di via Domenico Porchio per dare vita all’iniziativa enogastronomica “Festa del vino”, arricchita da una parte artistica, curata e presentata da Francesco Ruberto, con declamazione di poesie in vernacolo di Luigino Longo, Ciccio Scalise, Salvatore De Biase, Pino Mete, Francesco Davoli, Sandro Sinopoli, Peppino Lo Scavo, Antonio Scalise.

Alla manifestazione è intervenuto il primario del reparto Oncologia, dottor Ettore Greco, che ha voluto ringraziare di persona quanti si sono prodigati per il nobile gesto, evidenziando che la strumentazione che l’Associazione san Nicola acquisterà con il ricavato della festa del vino sarà sicuramente un qualcosa di utile per il reparto dei malati oncologici, auspicando poi che ben vengano manifestazioni come queste, se effettivamente sono di aiuto per alleviare le sofferenze dell’ammalato.

Con un modesto contributo economico si è, difatti, ricevuto un ticket, con il quale lungo il percorso ognuno ha potuto degustare, nelle quattro postazioni allestite per l’occasione nel centro storico di Sambiase, il buon vino delle migliori vigne locali e le specialità culinarie del territorio: antipasti a base di salumi, formaggi e sott’oli; primi piatti (pasta e fagioli) e secondi piatti (trippa con patate), preparati con amore e maestria secondo le antiche ricette della tradizione popolare calabrese; e, per concludere, carrellata di dolci fatti in casa dalle signore del quartiere “Miraglia”.

Inoltre, per le persone affette da celiachia è stata predisposta una quinta postazione, curata dalla sezione provinciale dell’Associazione italiana celiachia Calabria, guidata da Giovanna Aloe.

Lungo il percorso, poi, sono stati preparati dei tavoli liberi, con la sola eccezione di alcuni posti riservati a persone diversamente abili e per donne in gravidanza o con bambini piccoli.

Soddisfatto il presidente del sodalizio San Nicola, Pino Morabito, che ha ringraziato di cuore tutti gli intervenuti, evidenziando che “l’Associazione San Nicola rimane sempre in prima linea quando c’è da fare della beneficenza. E così è stato anche per questa manifestazione, e di ciò non possiamo che essere contenti”.

La manifestazione si è avvalsa del patrocinio gratuito del Comune di Lamezia Terme.

Antonio Cataudo