·

Vita diocesana

Gli scuot hanno celebrato il giubileo della Misericordia

Gigliotti Saveria Maria · 5 anni fa

Una significativa rappresentanza del mondo scout lametino si è ritrovata in Cattedrale per celebrare il Giubileo dei gruppi Agesci della Zona Reventino. Rover, scolte, capi e assistenti spirituali delle numerose comunità scout presenti a Lamezia Terme hanno vissuto il loro itinerario giubilare partendo dalla chiesa del Rosario e arrivando in processione in Cattedrale, dove insieme hanno varcato la Porta Santa per all’adorazione eucaristica e alla Santa Messa presieduta dal Vescovo Cantafora. Il cammino, simbolo del percorso umano e spirituale dei figli di Baden Powell, è lo stesso cammino condiviso dagli scout lametini che hanno scandito con canti e preghiere il loro itinerario verso la Cattedrale, attraversando la città. Per l’occasione è stata portato in processione un quadro raffigurante la Madonna degli Scout, custodito nella cappella della Base Scout/Masci “Don Saverio Gatti” della Domus Bethaniae. “Lo scout è abituato a camminare, tra route, escursioni, “uscite” e pernotti. Tutta la pedagogia scout è incentrata sul cammino, sulla strada. Ma possiamo chiederci: ci muoviamo verso chi? verso dove?” state le sollecitazioni del Vescovo Cantafora agli scout lametini invitandoli a vivere il Giubileo come un tempo “nel quale siamo invitati a camminare più spediti verso la meta. Il cristiano non è infatti un viandante senza meta, un girovago inconcludente, il cristiano è una persona che cammina con slancio verso il suo Signore! E per questo si attrezza”. E in questo cammino lo scout e ogni cristiano – ha aggiunto il Vescovo – “è chiamato a interrogarsi: chi è il nostro riferimento nella vita? Quale bussola abbiamo nel nostro cammino? Sappiamo riconoscere con affetto e con verità che Gesù Cristo è il nostro Signore?”. Da qui l’invito del Vescovo agli scout lametini “a mettere davanti a voi il Signore e non falsi maestri, a fare scelte evangeliche con Lui e quindi a dialogare con Lui nella preghiera, sapendo che Lui, il Signore vi indicherà sempre il sentiero della vita.” Si avvia verso la conclusione una settimana intensa che, dopo i pellegrinaggi giubilari vicariali della settimana mariana, ha visto in Cattedrale numerose e associazioni e movimenti ecclesiali: Azione Cattolica, Rinnovamento dello Spirito Santo e del Focolare, il Movimento Apostolico. Concluderanno la settimana i pellegrinaggi giubilari del cammino neocatecumenale, della missione Belem e della Fazeda da Esperança. Domenica 15 maggio è previsto il pellegrinaggio giubilare a piedi dalla Chiesa di San Giovanni Battista di Soveria Mannelli al Santuario della Madonna della Quercia di Conflenti, che è chiesa giubilare per tutto l’Anno Santo della Misericordia.