·

(Dia)logos

Spes messis in semine (la speranza della messe è nel seme)

Francesco Polopoli · 4 mesi fa

Il Regno è come un seme, seminato nei nostri cuori. Spostiamoci a questo livello, così basso, per tendere alle cose migliori: rinchiudersi nelle profondità, in fondo, è sentire di che pasta siamo impastati, non è questo il messaggio della notoria parabola della buona novella? E poi la natura è lezione di umanità. Quale!? Che nessuno cresce da solo! Neppure il più piccolo seme. E così il piccolo grano di senape, proverbiale per la sua piccolezza, ha in sé la forza di produrre un grande arbusto e di formare rami alla cui ombra gli uccelli possono nidificare: cresce per accogliere liberamente, senza discriminazioni. E noi!? Non potremmo fare “uguale”? Il cielo pesa solo un grammo di attenzione nel dono della moltiplicazione: il redde rationem o è impietoso o caritatevole. A noi la scelta…conta-dina: conta, eccome!

EMILY DICKINSON,
Presi un sorso di vita (autunno 1862)

Presi un sorso di vita -
Vi dirò quanto l'ho pagato -
Esattamente un'esistenza -
Il prezzo di mercato, dicevano.
Mi pesarono, granello per granello -
Bilanciarono fibra con fibra,
Poi mi porsero il valore del mio essere -
Un singolo grammo di cielo!

---

I took one Draught of Life -
I'll tell you what I paid -
Precisely an existence -
The market price, they said.
They weighed me, Dust by Dust -
They balanced Film with Film,
Then handed me my Being's worth -
A single Dram of Heaven!