·

Vita diocesana

Percorriamo i sentieri della speranza con la fraternita'

Don Giuseppe Latelli · 5 mesi fa

Mai come in questo momento papa Francesco si rivela un padre e una guida eccezionale per la costruzione del presente e del futuro dell'uomo e del mondo nell'ultima Enciclica “Fratelli tutti” incentrata sul principio universale secondo il quale ‘nessuno si salva da solo' perché ‘c'è bisogno di una comunità che ci sostenga, che ci aiuti, e nella quale ci aiutiamo a vicenda nel guardare avanti'. Il concetto di fraternità, enunciato dal Papa, si ritrova nel pensiero del vescovo della diocesi di Lamezia Terme, monsignor Giuseppe Schillaci che, in un passaggio del messaggio ‘Il Canto del Natale' rivolto alla diocesi, afferma con chiarezza e forza che ‘nessuno si salva da solo. Ci si salva insieme' sollecitando tutti alla collaborazione e alla corresponsabilità. ‘Lasciamo che si faccia spazio nei nostri pensieri, nei nostri sentimenti, nelle nostre scelte, la compassione e la solidarietà nei confronti di tutti'.
Ma la società in questo critico periodo non è solo questa in quanto esiste anche una realtà diversa fatta di bene e di luce. Pensiamo ai tanti giovani che si stanno adoperando in questi mesi di pandemia per portare aiuto a chi è ammalato e a chi è nel bisogno; pensiamo anche agli infermieri, ai medici che stanno rischiando la propria vita offrendo cure e attenzione a chi è nella sofferenza; volgiamo lo sguardo alla Chiesa che, attraverso il lavoro della Caritas nazionale, delle caritas diocesane e di quelle parrocchiali, sta ascoltando il grido di chi è nel disagio, nella povertà e nel dolore. In prima linea sul fronte della solidarietà si trova la diocesi di Lamezia Terme che, grazie alla sollecitudine del vescovo Giuseppe Schillaci, ha teso la mano agli ultimi, ai più fragili e più poveri attraverso numerose iniziative, tra le quali cito solo le ultime: l'avviamento di un “Centro docce e vestiario” e un “servizio di parrucchiere” per dare dignità agli ultimi e ai più bisognosi, il potenziamento della mensa caritas e dei centri di ascolto, la realizzazione di un dormitorio, grazie al cuore e alla generosità degli scout, dell'Azione Cattolica e dei fedeli, nei locali della parrocchia della Pietà per dare riparo a nove senzatetto.
Dunque, non ci perdiamo d'animo e tutti insieme percorriamo con entusiasmo i sentieri della speranza con piccoli gesti di carità, di condivisione e di fraternità mostrando, a chi è preoccupato solo di se stesso e del proprio tornaconto, la bellezza del dono e dell'amore.