·

Attualità

Covid, somministrata prima dose vaccino agli over 80 nella parrocchia di san Francesco di Paola

Candida Maione · 30 giorni fa

Tutto è avvenuto in serenità sabato mattina nei locali della Parrocchia di San Francesco di Paola, dove circa 90 over 80 sono stati vaccinati. Solo queste, purtroppo, sono state le dosi giunte.
Le auto degli accompagnatori parcheggiate nel cortile; i volontari con la casacche gialle pronti a garantire ordine e sicurezza; la Croce Rossa, le Guardie Ecozoofile, i medici e…loro…gli over 80 che con grande spirito di ottimismo, facendosi accompagnare nei vari passaggi, hanno ricevuto la prima dose del Pfizer.
Quasi come avviene a scuola con i bambini più piccoli, hanno rispettato ogni regola dettata dagli organizzatori, registrando i dati, attendendo il loro turno prima dell'inoculazione, quindi i 15 minuti previsti di attesa, nel caso di reazioni allergiche.
I medici di famiglia Elena Montesanti, Rosa Angela Careri, Gisella Leone e Antonella Lucà si sono occupati dell'inoculazione, mentre diversi volontari tra infermieri e informatori scientifici del farmaco (tutti rigorosamente vaccinati) gratuitamente si sono messi a disposizione per gli aspetti burocratici.
Nei corridoi parrocchiali un clima sereno, familiare. Padre Giovanni Sposato, il Correttore della locale Comunità, ha speso parole per tutti: di incoraggiamento, preghiera, e non è mancata neanche qualche battuta per strappare un sorriso a qualche anziano un po' ansioso. Un figlio stringe la mano della madre nell'attesa.
“Adesso vado a casa a cucinare” ci ha detto una signora. Un'altra invece “io ho già cucinato prima di venire qua”. Quanto sono immensi i nostri over 80. E noi che pensavamo fossero preoccupati. E invece no. Dignitosamente hanno tolto la giacca, alzato la manica e mostrato il braccio quasi come a dire “dai sbrigati, fai il vaccino che devo tornare a casa, ho da fare tante cose, cucinare, pulire, preparare il pranzo, cucire, rattoppare”.
Ma che grandi che sono. Forse i fifoni siamo noi, cosiddetti giovani, che andiamo a scovare qualsiasi notizia sui giornali per trovare qualche espediente e dire “mah, questi vaccini meglio non farli, sono pericolosi”.
I nostri over 80 ci hanno somministrato una dose di ottimismo, sabato mattina. Se ce la fanno loro, possiamo farcela anche noi.
Per loro appuntamento fra 21 giorni per la dose di richiamo. Intanto le vaccinazioni, sempre degli over 80, proseguono il prossimo fine settimana, sempre nei locali della parrocchia. Si spera che le dosi arrivino in gran quantità.
(fonte: corrieredilamezia.it)