·

(Dia)logos

La Resurrezione di Cristo: parlano le fonti…

Francesco Polopoli · 6 mesi fa

Quanto mi accingo a presentare è un breve stralcio storiografico, per dimostrare quanto la vicenda del Risorto ebbe risonanza persino negli ambienti non cristiani: la penna appartiene a Giuseppe Flavio, storico, politico e militare ebreo. Al di là delle probabili interpolazioni, posteriori al brano di seguito riportato, resta attendibile il contenuto, tra l'altro suffragato da una mole copiosa di fonti accreditate, una delle quali è la Storia universale di Agapio.

«Γίνεται δὲ κατὰ τοῦτον τὸν χρόνον Ἰησοῦς σοφὸς ἀνήρ, εἴγε ἄνδρα αὐτὸν λέγειν χρή: ἦν γὰρ παραδόξων ἔργων ποιητής, διδάσκαλος ἀνθρώπων τῶν ἡδονῇ τἀληθῆ δεχομένων, καὶ πολλοὺς μὲν Ἰουδαίους, πολλοὺς δὲ καὶ τοῦ Ἑλληνικοῦ ἐπηγάγετο: ὁ χριστὸς οὗτος ἦν. καὶ αὐτὸν ἐνδείξει τῶν πρώτων ἀνδρῶν παρ᾽ ἡμῖν σταυρῷ ἐπιτετιμηκότος Πιλάτου οὐκ ἐπαύσαντο οἱ τὸ πρῶτον ἀγαπήσαντες: ἐφάνη γὰρ αὐτοῖς τρίτην ἔχων ἡμέραν πάλιν ζῶν τῶν θείων προφητῶν ταῦτά τε καὶ ἄλλα μυρία περὶ αὐτοῦ θαυμάσια εἰρηκότων. εἰς ἔτι τε νῦν τῶν Χριστιανῶν ἀπὸ τοῦδε ὠνομασμένον οὐκ ἐπέλιπε τὸ φῦλον».
(Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, XVIII, 63-64)

«Ci fu verso questo tempo Gesù, uomo saggio, se pure bisogna chiamarlo uomo: era infatti autore di opere straordinarie, maestro di uomini che accolgono con piacere la verità e attirò a sé molti giudei e anche molti dei greci. Questi era il Cristo. E quando Pilato per denunzia degli uomini notabili fra noi lo punì di croce, non cessarono coloro che da principio lo avevano amato. Egli infatti apparve loro al terzo giorno nuovamente vivo, avendo già annunziato i divini profeti queste e migliaia d'altre meraviglie riguardo a lui. Ancora oggi non è venuta meno la tribù di quelli che da costui sono chiamati cristiani».

Ora, se quella mattina di aprile dell'anno 30 o 33, facendo una telecronaca della passione di Gesù, non fosse accaduto nulla al sepolcro, il nostro Giuseppe Flavio avrebbe scritto che la resurrezione del Nazareno era tutta una fake news.
Quindi, la testimonianza di questo storico, non essendo di parte, è oltre che eccezionale: avvalora il valore storico di una figura, storicamente vissuta e teologicamente Vivente.