·

Cultura e Società

“Chitarre e oltre…2021”. Due nuovi appuntamenti al chiostro del seminario vescovile

Redazione · 3 mesi fa

Promossi da Animula in collaborazione con il Museo Diocesano

Due nuovi appuntamenti per la nona edizione del festival chitarristico edizione 2021 “Chitarre e oltre…”, promosso dall'associazione culturale “Animula” con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Catanzaro, del Comune di Lamezia Terme in collaborazione con il Museo Diocesano di Lamezia Terme e la Rete degli istituti ad indirizzo musicale.

Sabato 11 settembre, nel chiostro del seminario diocesano, alle ore 19 concerto del chitarrista Massimo Agostinelli. Considerato uno dei principali esperti del repertorio dell'Ottocento per chitarra, Agostinelli da anni sviluppa il suo interesse per la valorizzazione di autori e opere del XIX secolo, portando alla luce nuove composizioni, attraverso una ricerca presso ogni biblioteca del mondo. Dalle sue riscoperte e dalla documentazione raccolta sono uscite importanti revisioni editoriali, esecuzioni in prima assoluta e realizzazioni discografiche. Il suo temperamento musicale lo ha sempre portato ad essere un esecutore di indubbia coerenza formale e stilistica, mantenendo sempre il dovuto rispetto storico-culturale del repertorio proposto. Il suo modo di suonare lo identifica come un musicista dalla ricca vena espressiva, dotato di una spiccata visione romantica e di un misurato senso interpretativo, con una finezza esecutiva e dolcezza di suono dai caratteri inconfondibili. Ad oggi Massimo Agostinelli ha al suo attivo oltre novecento concerti solistici e cameristici nelle principali città italiane ed europee, ospite di prestigiosi enti ed associazioni musicali. E' direttore artistico dell'Associazione Musicale Ottocento, ed ha predisposto la catalogazione analitica delle musiche per chitarra dell'Ottocento nelle biblioteche italiane ed europee.

Sabato 18 settembre alle 19 sarà la volta del chitarrista siciliano Sergio Camelia, che terrà un concerto al chiostro del seminario diocesano.

Gli eventi, a ingresso gratuito, si svolgeranno nel rispetto delle disposizioni anti-Covid, accesso consentito nei limiti della capienza disponibile.